post

10 anni in Togo – Il viaggio

Il viaggio di ottobre, per celebrare i 10 anni di lavoro svolto per la salute, la dignità e l’educazione dei nostri amici togolesi

Ciro, Don Cordola e Nicolò sono partiti lo scorso 20 ottobre alla volta di Lomé, arrivando il 22 nella capitale Togolese.
Un viaggio che ha permesso, ancora una volta, di analizzare le numerose attività che avrebbero dovuto svolgere in diverse zone del Paese.

Le prime attività si sono svolte, appunto, a Lomé, il medesimo giorno del loro arrivo con una messa di benvenuto. Il giorno dopo è stata poi inaugurata l’area giochi della parrocchia di Fatima in onore a Francesco, la stessa dove si era tenuta la messa.

Nel frattempo, mentre erano a Fatima, il nostro amico Gratien ci ha aggiornato sul’andamento degli interventi dai noi sostenuti contro la palatoschisi. Tutti gli interventi svolti hanno dato risultati ottimi.

Il giorno dopo, Nicolò è andato ad Aneho per iniziare un progetto di agricoltura che ha lo scopo di migliorare la quantità di risorse che si possono ottenere attraverso processi agricoli consoni alla situazione ambientale togolese.

Nel frattempo, ad Asrama, Ciro e il Don hanno consegnato i farmaci al Centro Medico di Tohouédéhoué e al Centro Medico di Asrama, donati dalla Farma Onlus.

Una volta arrivato Nicolò, hanno poi visitato la scuola di Kamé, alla quale abbiamo donato 30 banchi, e la scuola materna parrochiale di Asramà resa possibile grazie alla donazione dell’Ufficio Caritativo della Chiesa Cattolica.

I nostri tre viaggiatori hanno poi inaugurato ufficialmente i tre pozzi da noi costruiti insieme a tutta la comunità.

Ciro, Nicolò e il Don sono poi stati da Suor Rosaline, nell’orfanotrofio di Tohoun e infine domenica, prima di partire, hanno partecipato alla messa di Asrama inaugurando la madonna del Rocciamelone, portata in Togo un anno prima, e donando una tromba e degli spartiti per il progetto musicale. 

Un viaggio che non è un arrivo, ma una nuova grande partenza.

post

10 anni nel ricordo di Francesco

10 anni fa ci lasciavi nel dolore. In 10 anni hai donato nuova vita. 

Don Pier Luigi Cordola ha voluto aprire questo 2018 con questa bellissima frase: “Signore, le tue misericordie sono infinite: tu hai visto il nostro pianto, ci hai sollevato dalla polvere e ci hai portato al largo”, riuscendo a cogliere quello che sono stati questi 10 anni nel ricordo di Francesco.

Quando Ciro e Anna si sono trovati nella loro solitudine, sono riusciti a far vivere ancora più intensamente il nostro amato Francesco: “Egli vive nel cuore della foresta Africana”. Per 10 anni questo è stato il pensiero di chi ha abbracciato il progetto Tengo al Togo: ha abbracciato Ciro e Anna con la forza di Francesco.

Nel suo ricordo tanto è stato possibile e tanto verrà ancora fatto. Grazie all’aiuto dei soci di Tengo al Togo, grazie alle comunità che ci sostengono da anni e grazie agli amici che in Togo abbiamo conosciuto e che ormai fanno parte di questa grande famiglia.

Quando il seme cade a terra,
muore donando nuova vita.

Questo Francesco ha fatto, ha donato nuova vita. In 10 anni, Ciro e Anna da subito e dopo con Tengo al Togo, sono riusciti, nel cantone di Asrama, a rendere possibile tanti sogni.

Hanno ridotto drasticamente i casi di malattie infettive, hanno permesso una maggiore qualità sanitaria, hanno costruito due pozzi. Hanno migliorato la vita nelle scuole, hanno connesso tutti con il mondo della rete, hanno costruito una biblioteca, hanno portato allegria grazie ai campi estivi. Hanno donato vita e continueranno a farlo: per Francesco, nel suo ricordo.

Francesco vive nel cuore della foresta Africana

post

Uova di Pasqua Solidali per la Croce Rossa

Anche quest’anno tornano le uova solidali di CRI per festeggiare la Pasqua con l’originale confezione, la cui grafica richiama i 7 Principi di Croce Rossa!

Con soli 10 euro potrai ricevere un uovo in una delle due varianti, latte o fondente, e aiutare la Croce Rossa di Susa nel progetto di acquisizione di un mezzo di protezione civile.

Grazie!

Per maggiori informazioni visita la loro sezione contatti.

post

Grazie Masci

Una magica bagna cauda per il Togo 

Si è tenuta, a Buttigliera Alta (TO), una grande festa: 10 anni di Tengo al Togo e 10 anni della comunità MASCI del paese stesso. Un compleanno festeggiato assieme, legato da un’amicizia storica.


Una serata all’insegna del divertimento e del buon cibo. La sesta edizione della “Magica Bagna Cauda” degli amici del MASCI di Buttigliera alta è divenuto ormai un appuntamento fisso.
Un evento che ci permette di incontrare vecchi amici, che hanno sostenuto la nostra associazione dal primo momento e che da sempre ci permettono di portare avanti i nostri progetti in terra togolese.
Un primo sentito grazie va proprio a loro


L’evento è iniziato intorno alle ore 20.00.
Il gruppo MASCI ha aperto la serata con una bella e toccante performance per ricordare i suoi 10 anni di attività. Un susseguirsi di grandi traguardi raggiunti, con un gruppo unito capace di coinvolgere tutto il pubblico presente.
Dopodiché si è iniziato a mangiare una bagna cauda preparata davvero secondo la tradizione della Val di Susa e della Val Sangone. Buona e saporita. Complimenti a tutti i cuochi.
Infine è giunto il nostro momento: Ciro e Anna, accompagnati da don Cordola e Giorgio, sono saliti sul palco e hanno presentato alla platea gli ultimi traguardi raggiunti: la sala d’ecografia, i due pozzi, il progetto igiene e la biblioteca. Inoltre, don Cordola, ha presentato le tappe fondamentali di questo nostro 2018. Un anno, per noi, pieno di commozione e speranza.

Metà del ricavato della serata verrà donato alla nostra associazione, la restante parte alla parrocchia di Buttigliera Alta. Perciò, grazie di cuore alla comunità MASCI, che con il suo impegno ha permesso una serata straordinaria. Grazie anche chi ha partecipato, perché con il suo piccolo contributo ci permetterà di continuare le nostre attività in Togo.

Grazie a tutti voi.

post

Magica Bagna Cauda per il Togo

VI Edizione targata Togo

MAGICA BAGNA CAUDA – secondo le antiche ricette della bassa valsusa e valsangone.

Presso la Sala Teatro polivalente del Centro Famiglia (Buttigliera, via Rosta – dietro la chiesa San Marco Evangelista), la comunità MASCI “Sempre pronti” è lieta di organizzare questa serata per raccogliere fondi da destinare a progetti umanitari.
Grazie al loro aiuto che dura da anni, metà del ricavato della serata verrà devoluto ai progetti di Tengo al Togo.

Partecipate numerosi, le prenotazioni termineranno l’8 febbraio.

Informazioni e Costi

Offerta minima 18€ adulti – 8€ bambini fino a 10 anni

Per i bambini è possibile prenotare il menù pasta. Per gli adulti, che non vogliono la bagna cauda, è possibile gustare un fantastico pinzimonio fantasia.

Per prenotare scrivere una mail a:
gianluigi.forgia@gmail.com – lele.girotto@libero.it
Oppure telefonare (o inviare un sms) a:
3357799195 – 3392025167

post

Note per il Togo

Note per il Togo è un progetto che nasce 3 anni fa per sostenere il progetto Fanfara (clicca qui).

L’articolo continua dopo la foto

Si tratta di un progetto di raccolta fondi e materiale musicale sempre attivo su tutto il territorio valsusino e torinese.
Un progetto che può continuare a vivere soprattutto grazie al vostro aiuto.

Se ci puoi aiutare compila il form sottostante comunicandoci in che modo puoi farlo.

post

Due pozzi per Natale

Fino a due anni fa sembrava una scommessa. Finalmente è realtà.

In Togo, come nel resto dell’Africa, la mancanza di pozzi nei villaggi è da sempre un problema che continua a determinare situazioni di vita con uno scarso livello di igiene.
Durante i nostri viaggi ci siamo accorti di quanto sia importante, per questi villaggi, la realizzazione di pozzi da cui le famiglie possano attingere, data la scarsa quantità di acqua e tenendo conto che, quella presente, risulta inquinata.

 

Abbiamo individuato due villaggi dove iniziare i lavori, due zone che si trovavano in uno stato di allerta: l’acqua che avevano era marrone, melma, inquinata e vettore di molte malattie.
Riuscire a costruire due pozzi nel cantone di Asrama, in circa 3 settimane, è sicuramente un grande passo verso il miglioramento del livello igienico tra le popolazioni dei villaggi togolesi.

Grazie al sostegno di Eccomi, che crede nei nostri progetti e che ci aiuta sempre nel momento del bisogno, il nostro sogno è diventato realtà.
Quest’opera, non solo terrà vivo il nostro progetto del lavaggio delle mani, ma permetterà ad ogni singola famiglia di poter usufruire di acqua molto più pulita e vicino a casa, riducendo drasticamente i vettori di malattie dovute allo scarso livello di igiene.

Il nostro desiderio continua ad essere vivo, di certo non può finire ora che abbiamo iniziato. Grazie all’aiuto di Eccomi, dei nostri amici e dell’associazione di Pescara FRATELLO MIO, che ci è sempre vicina e che anche per questo progetto ci ha dato un importante aiuto, riusciremo a portare avanti questo importantissimo progetto per le famiglie togolesi che a noi e a voi stanno sempre più a cuore.

post

Un ecografo per il Togo

Un ecografo per le mamme dei villaggi della foresta del Togo

Fino a pochi anni fa un ecografo nella foresta del Togo era solo un sogno, oggi è diventato realtà.

Grazie agli amici  Luigi Gatti, Alberto Ferrero e Gigi Forgia della ditta VERIS, che, ricordando un loro collega recentemente scomparso, hanno donato un ecografo portatile, il Centro Sanitario di Asrama potrà finalmente seguire in modo adeguato le donne in gravidanza e prevenire i rischi di un parto che, senza controlli medici preventivi, si può complicare in modo imprevisto e senza rimedio.

Ad ottobre abbiamo fatto la donazione ufficiale dell’ecografo alla Maternità del Centro Medico di Asrama alla presenza dello Chef Canton, di numerosi capi-villaggio e di un folto gruppo di mamme e bambini in festa. Poiché ad Asrama manca la corrente elettrica, l’associazione Tengo al Togo ha provveduto alla realizzazione del sistema di alimentazione dell’apparecchio mediante pannelli solari. L’assistente medico e l’ostetrica stanno terminando il corso di formazione presso l’ospedale di riferimento per avere, oltre alla competenza, anche un riconoscimento ufficiale del Ministero della sanità togolese.

L’associazione Tengo al Togo ringrazia, anche a nome della popolazione dei villaggi del cantone di Asrama, i donatori dell’ecografo.

Siamo certi che questo apparecchio contribuirà in modo importante a ridurre l’alto tasso di mortalità, che, in Togo come nel resto dell’Africa subsahariana, affligge ancora e pesantemente mamme e bambini nel momento della nascita.

1 Dicembre 2017

                                                                                 Ciro e Anna